Primo incontro in mediazione: Organismi liberi di interpretare la norma?

Milano – Secondo un’analisi effettuata dal Centro Nazionale di Mediazione e Conciliazione Aprile Group Srl, la nuova legge sulla mediazione sta manifestando un significativo numero di casi dove le Parti utilizzano il primo incontro per pagare i diritti di segreteria di 48,8 euro e dichiarare di non voler proseguire con la procedura di mediazione per non pagare.

Secondo le statistiche del Centro i casi di questo tipo sono in aumento e già almeno 300 Organismi di Mediazione hanno iniziato ad adottare una contromisura, resa possibile dalla mancanza di un’interpretazione autentica della norma.

“Da lunedì prossimo – assicura il presidente del Centro Nazionale di Mediazione e Conciliazione, dott. Massimo Maria Aprile – prima di venire in mediazione le Parti dovranno pagare tutta la tariffa. Saranno restituiti i soldi nel caso la mediazione sia improcedibile per vizi procedurali come ad esempio la competenza dell’organismo, legittimazione“.

Una misura drastica ma, a quanto pare, condivisa da alcune centinaia di organismi pronti ad arginare tentativi di boicottaggio dell’istituto dovuti a pregiudizi o a scarsa preparazione.

Sulla funzione del primo incontro in mediazione si sono recentemente aperti numerosi dibattiti fra i massimi esperti nel settore ADR. Proprio nei giorni scorsi la nostra Testata ha pubblicato un’autorevole opinione degli avvocati Barbara Cocola e Giuseppe Valenti leggibile qui >>

“Troveremo un comportamento uniforme tra Organismi solo quando avremo un’interpretazione autentica della norma in oggetto” – specifica Massimo Maria Aprile.

Nel frattempo, dubbi interpretativi a parte, il Centro Nazionale di Mediazione e Conciliazione sta registrando un costante e significativo aumento delle istanze di mediazione. Buon segnale quindi per il rilancio di un istituto che, quando viene utilizzato in pieno, porta al successo nel 70% dei casi.

About Segreteria CNMC